Infodisability.it

Contrassegno invalidi (Tagliando arancione)

Come ottenere il contrassegno e a cosa serve. Parcheggio sulle strisce blu e gratuità.

Le persone invalide con "capacità di deambulazione sensibilmente ridotta" e i non vedenti possono ottenere il "contrassegno invalidi" previsto dall'art. 381 del DPR 16 dicembre 1992 n. 495 e successive modificazioni che permette ai veicoli a servizio delle persone disabili la circolazione in zone a traffico limitato e il parcheggio negli spazi appositi riservati.
Beneficiari sono le persone con

Il contrassegno consente di:

Poichè il contrassegno viene rilasciato da ciascun Comune, è opportuno documentarsi sulla funzione che il Comune assegna allo stesso sul proprio territorio, poichè da Comune a Comune possono esserci diversità nelle agevolazioni e nelle restrizioni.
Il contrassegno invalidi, anche se esposto, non autorizza alla sosta nei luoghi dove questa è vietata dalle principali norme di comportamento (marciapiedi, spazi per i mezzi pubblici, in corrispondenza o prossimità delle intersezioni, contro il senso di marcia, sugli attraversamenti pedonali e ciclabili, sulle piste ciclabili, negli spazi riservati ai mezzi di soccorso e di polizia, etc e in ogni luogo dove la sosta rechi comunque grave intralcio).
Si richiede:

Documenti necessari per il rilascio del contrassegno

 

Scadenza
Se l’invalidità è permanente dura 5 anni, se temporanea è pari al periodo di invalidità attestata dalla certificazione della ASL di appartenenza.
Il rilascio del certificato Medico Legale generalmente avviene a titolo gratuito a favore degli Invalidi civili con riduzione permanente della capacità lavorativa superiore a 2/3 (pari o > 67%).
In sede di accertamento delle condizioni di invalidità è possibile richiedere il rilascio di tale certificato.
Rinnovo
Occorre presentare certificato del medico di base attestante le immutate condizioni o copia del verbale di invalidità rilasciato dalla ASL di competenza, esclusivamente per disabili con verbale con cod. 05 / 06 / 08 / 09.  Il contrassegno approvato dal “Regolamento al Codice della Strada” è riconosciuto su tutto il territorio italiano. 
Per quanto riguarda i parcheggi non esiste nessuna norma che imponga la gratuità dei parcheggi delimitati da strisce blu ai titolari di contrassegno, è discrezionalità del comune decidere se il titolare di contrassegno può sostare gratuitamente sulle strisce blu.